“ITALIANI SELEZIONE D’ARTE CONTEMPORANEA” A CURA DI VITTORIO SGARBI

E’ in preparazione alla EA Editore, una pubblicazione esclusiva e ricercata, un’operazione editoriale e di mercato fortemente voluta dal critico d’arte più conosciuto e stimato d’Italia, Vittorio Sgarbi. Il volume “Italiani – Selezione d’Arte Contemporanea” è un evento editoriale unico nel suo genere, un andare oltre i comuni canoni valutativi dando visibilità a coloro che meritano stima ed attenzione.
E’ in preparazione alla EA Editore, una pubblicazione esclusiva e ricercata, un’operazione editoriale e di mercato fortemente voluta dal critico d’arte più conosciuto e stimato d’Italia, Vittorio Sgarbi. Il volume “Italiani – Selezione d’Arte Contemporanea” è un evento editoriale unico nel suo genere, un andare oltre i comuni canoni valutativi dando visibilità a coloro che meritano stima ed attenzione.

Antonella Bonaffini è stata selezionata tra questi artisti.

Anto e Sgarbi

Con i seguenti dipinti:

Le BallerineL'IncompiutaSimbiosi

“Arte State” prestigioso conferimento negli Stati Uniti

"La Distanza"Prestigioso conferimento all’ Artista Antonella Bonaffini, invitata a partecipare all’evento “Arte States” negli Stati Uniti come rappresentante dell’arte Italiana.
Un numero ristretto di artisti italiani sono stati selezionati dall’Associazione EA Editore di Palermo, al fine di far conoscere i nuovi linguaggi e i nuovi protagonisti dell’arte Italiana in tre importanti appuntamenti espositivi negli stati Uniti d’ America:
– 29 Luglio 2016, esposizione a Hollywood (California) di un’opera in un importantissimo conference room sito in Hollywood Boulevard;
– 13 ottobre 2016, New York, presentazione di un’opera al conference room sita in Manhattan;
– 16 ottobre 2016 a Washington, esposizione e cerimonia di premiazione conclusiva in un’importante sala
congressi della capitale degli stati Uniti d’America.
L’opera scelta dalla commissione è “La Distanza” per l’impianto compositivo, la scelta figurativa contemporanea e l’impatto coloristico.

Esclusiva onorificenza di valore mondiale attribuita a pochissimi artisti italiani.

Premio “Artista dell’Anno 2015”

Targa Artista dell annoPremio “Artista dell’anno 2015”.
Premiazione il 16 gennaio 2016 a Palermo. L’esclusiva onorificenza di valore mondiale è stata attribuita ad artisti che si sono distinti nei diversi campi di arti figurative.

Il comitato di redazione di EA Editore, ha attribuito all’artista Antonella Bonaffini, il prestigioso riconoscimento ARTISTA DELL’ANNO 2015.
Conferimento più che meritato, vista l’importanza della sua ricerca stilistica.

L’Artista Antonella Bonaffini è stata premiata con la seguente motivazione:
“Dell’artista ci ha colpito particolarmente il suo essere versatile a diversi soggetti e tecniche, mostrando grande propensione per i ritratti, che seppur stilizzati, comunicano in modo efficace. Bei colori,  belle influenze e  soprattutto una passione palpabile”.

Attestato Artista dell annoCatalogo Artista dell annoL’Artista ha ricevuto la targa “Artista dell’anno 2015″, L’Attestato di Partecipazione” ed “Il Catalogo”

 

 

 

“Spoleto Arte” curata dal Prof. Vittorio Sgarbi

ATTESTATO MOSTRA SGARBIfoto-sgarbi

 

 

 

Antonella Bonaffini ha partecipato alla Mostra “Spoleto Arte” curata dal Prof. Vittorio Sgarbi, dal 24 luglio 2015 al 28 agosto 2015 Spoleto (PG) presso “Palazzo Leti Sansi”, Via Arco di Druso, 37.

Scheda dell’artista:

Antonella Bonaffini nasce a Messina il 29 agosto 1974, ma vive nella città capitolina da oltre dieci anni; introversa e determinata si definisce da sempre orgogliosissima di essere Siciliana. E questa Sicilianità passionale ritorna spesso sulle sue tele da cui, immediato, si evince il senso di non appartenenza a questo mondo, una diversità intrinseca che l’artista non rinuncia mai a palesare.
Antonella Bonaffini sviluppa la sua creatività subito dopo un evento tragico che segna la vita aprendo un carattere estroverso al silenzio della notte… Ed è li che ritrova la parola ed il colore, nella solitudine del suo mondo, dove analizzare i cavilli più reconditi
di questa esistenza.
Antonella è una donna di profondissima sensibilità, una giovane pittrice che riesce a muovere con ampia capacità espressiva l’inchiostro del colore imprimendolo sulla tela con uno stile sempre originale. È grazie alla sua genialità, infatti, che -abilmente- spazia dall’astrattismo al paesaggistico, passando dal colore ad olio a quello acrilico, all’acquerello, utilizzando un ampio ventaglio di sfumature.
È senza ombra di dubbio un’arte quella con cui riesce a sfiorare magicamente i suoi pennelli come fossero striature di nubi a stilare nel cielo, i toni delle stagioni. Antonella riesce sempre a trasmettere intense percezioni emotive, quali la positività, la speranza, il coraggio, ma anche la malinconia che la lega alle sue radici, rappresentando ogni volta lo specchio del suo sentire la vita, gremito di mille sfaccettature.
È l’elevata sensibilità d’animo che permette di mostrare la parte migliore del nostro cuore, il quale si apre timidamente al mondo facendo intravedere i sentimenti più intimi. L’occhio del cuore tutto vede e tutto sente e la speranza non muore mai lungo il sentiero del nostro tempo che prosegue la sua frenetica corsa sulla scia di un passato dove scorrono i ricordi di giorni indimenticabili, stampati nella memoria. Molteplicità di emozioni, sensazioni, stati d’animo diventano indelebili sulle tele che mai nessuno potrà cancellare. Le sue opere rapiscono come una calamita per il loro effetto mediato, come le pagine di un libro sempre nuovo, ogni volta da sfogliare con attenzione, per carpirne il senso più profondo.
Antonella ama dipingere di notte, quando il mondo intorno si arresta e nel silenzio riesce ad ascoltare la voce dei pensieri che, come per magia, prendono forma.

L’artista Messinese si è spesso definita figlia della notte ed è indubbio che, “se il buio ed il silenzio potessero parlare”, sicuramente urlerebbero il suo nome.
Del tutto casualmente alcuni dipinti appaiono per la prima volta in una rivista dal titolo Le Vie Del Centro in una pagina dedicata all’Arte. A questa opportunità Antonella ha deciso di dare un seguito importante, attraverso una serie di mostre. La personale Di Un Intrinseco Colore, protesa a celebrare il colore, segna un cambiamento di prospettiva per la pittrice del buio; lo stile dei dipinti nel tempo è andato molto personalizzandosi, piegandosi alla tecnica del tratteggiato.

I quadri diventano materici, quasi il soggetto volesse uscire davvero dalle tele; vengono immortalati volti che, a differenza del passato, ritrovano espressione; crocifissi che si alzano impetuosi su pannelli stracolmi di vividi colori, come se la Fede fosse il solo mezzo capace di ricondurre l’uomo a quello spazio che si apre alla speranza e che allontana la perdizione; paesaggi assolati, albe e tramonti che rimandano al mare di Sicilia, la sua terra di origine.

«Far arrivare le mie emozioni a chi osserva i miei dipinti non è mai stato semplice, ma mi auguro che, nel tempo, l’inaspettato connubio tra pittura e poesia possa rappresentare il modo più giusto per sapermi raccontare», afferma Antonella Bonaffini.

11846692_959940917382356_1426081870674867043_n Opera in Esposizione

Il Fiume Della Vita